La nostra mente è presa ed è orientata dal e verso il polo nord magnetico. Vi spiego in che modo.

I ferromagneti sono dei materiali metallici con i quali è possibile ottenere calamite artificiali. Ponendo il ferromagnete in un campo magnetico questo si polarizza e diventa un magnete a sua volta. Perché? L’effetto macroscopico è la somma di un comportamento microscopico. I ferromagneti sono costituiti all’interno da molecole polari che, avendo una carica negativa ad una estremità ed una carica positiva sull’altra estremità, si orientano nel campo magnetico seguendo i poli negativi e positivi del campo stesso. In questo modo tutte le carche negative del materiale sono orientate verso una estremità e tutte le cariche positive sono orientate verso l’altra estremità. La somma di tutte queste piccole cariche così distribuite dà un campo macroscopico che noi percepiamo come l’effetto di una calamita.

 

pu277

mcp_04

 

 

 

 

 

La nostra mente si comporta come un ferromagnete, le molecole che costituiscono la nostra materia grigia sono polari, molto polari e questo è risaputo perché senza tutto questa differenza di potenziale non potrebbero condurre i segnali elettrici, attraverso i quali, l’informazione viaggia all’interno del nostro corpo anche in forma di pensiero, ma direi meglio in forma di coscienza. La coscienza è più ampia del semplice pensiero, è l’insieme del nostro pensiero, del nostro karma e delle nostre emozioni. Tutto questo è registrato nelle nostre cellule e penso anche nelle particelle atomiche che le costituiscono.

Anche il DNA è una molecola particolarmente polare, è stato calcolato che è l’antenna più potente e più efficiente esistente in natura e certamente nessun uomo sarebbe in grado di costruirne una altrettanto efficiente, almeno per ora.

Anche il nostro DNA quindi risente dell’effetto del campo magnetico terrestre per cui anche la nostra manifestazione fisica e materiale può cambiare. Sia la nostra coscienza che il nostro corpo possono cambiare, se immessi in un campo magnetico diverso .

Allora cosa sta succedendo in questo momento? Il campo magnetico terrestre si sta spostando dal polo nord al sud America. Perché lo sta facendo? Perché la Terra sta concludendo un ciclo di precessione degli equinozi il quale dura 25.920 anni. In questo movimento il polo nord compie un giro intorno all’asse centrale della terra. Quando la trottola inizia a ruotare ad un velocità piuttosto piccola, inizia ad avere due movimenti rotatori, uno è intorno a se stessa come quando ruota dritta e uno è costituito dalla rotazione dell’estremità superiore intorno al centro di rotazione. La terra fa così… è una trottola… gira su se stessa e ha la punta superiore che sta girando intorno al centro di rotazione e fa un giro ogni 25.920 anni. Il fatto è che abbiamo fatto fin ora mezzo giro, quindi il nostro polo nord magnetico si orientava sempre di più verso una certa direzione nello spazio, ora stiamo tornando indietro, abbiamo iniziato già da una ventina d’anni a compiere il secondo mezzo giro e questo sta orientando il nostro polo nord verso la direzione opposta a prima nello spazio.

 

1578

La terra come un’altra piccola parte di un grande, grandissimo Tutto nel quale siamo immersi, è sottoposta ad un altro campo molto forte che la attraversa e orienta i suoi poli magnetici. L’orientamento della carica della terra cambia perché cambia l’inclinazione della terra rispetto a questo campo. Il polo nord si sta quindi spostando. Nella mia visione il polo nord magnetico sta andando verso il Sud America ed è questa la kundalini della terra, è questa la kundalini che si sta muovendo e si sta risvegliando. Se calcoliamo l’angolo tra l’asse magnetico attuale o appena passato e il nuovo asse con polo nord in sud America, possiamo calcolare anche l’angolo del cono che la terra forma nella rotazione del suo polo.

 

Earth-magnetic-fieldLe nostre menti si stanno quindi riorientando, ma non solo la mente, anche il nostro corpo, l’acqua e la terra e l’aria, tutto si sta riorientando ed è soggetto collettivamente a questa forza esterna diversa dalla forza alla quale siamo stati abituati per il nostro primo mezzo giro sulla trottola e non possiamo esserne veramente coscienti a meno che non collaboriamo e apriamo la nostra mente ad un cambiamento di coscienza e non iniziamo a rileggere la nostra storia, la storia dell’uomo e delle popolazioni antiche come gli Egiziani, i Maya e gli sciamani di tutto il mondo.

Per noi questo significa un modo diverso di pensare, una diversa consapevolezza e un corpo che deve riadattarsi. I testi antichi parlano di un collegamento molto grande con le Pleiadi, un ammasso stellare, con Sirio A e B, potrebbe essere questo ammasso ad essere strettamente collegato al magnetismo terrestre.

Anche a questa forza si può attribuire la trasformazione nella coscienza degli uomini e il risveglio dei popoli oppressi, come conseguenza di una nuova coscienza che grazie al campo sta riemergendo nelle menti degli uomini. Questo riadattamento miete delle vittime. La natura si riorganizza facendo selezione naturale, Darwin non ha mica sbagliato nella sua osservazione sull’evoluzione e quindi eliminerà sia fisicamente, sia psichicamente chiunque si opponga a questo cambiamento, rimanendo ancorato, legato ai vecchi schemi mentali.

Per comprendere questo concetto pensiamo al nostro corpo. Il nostro corpo opera in modo intelligente eliminando quelle povere cellule che non gli servono più e povere cellule (le quali sono dotate di una coscienza) sono costrette a morire sacrificandosi per il benessere del nostro corpo. La stessa cosa succede con la terra e noi. Noi siamo le cellule di un organo della terra. La terra è costituita da altri organi quali gli animali, i vegetali, i minerali, l’acqua, l’aria, la terra, il campo elettrico e lo spazio-tempo. Noi costituiamo solo un piccola parte di tutta questa vita, anche se siamo così chiusi su noi stessi in questo momento, come se esistessimo solo noi.

Namastè, lo yoga è la chiave, meditazione, purificazione, studio, passione.

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Live
  • email
  • Twitter
  • Blogplay
  • Print