La Chakra Dhyana è la fusione di antichi canti tibetani e una meditazione che viene dall’India.

Essa contribuisce a ravvivare la kundalini, una energia spirituale latente che scorre quando si risveglia attraverso i chakra (o centri energetici del corpo psichico), aprendo le dimensioni superiori nella coscienza umana. Questa pratica espande la coscienza rilassando la mente, riequilibrando le energie e le emozioni e ringiovanendo il corpo

Siedi con gli occhi chiusi, comodo, con la spina dorsale eretta ma non rigida.

Respira attraverso il naso e fa almeno tre respiri lunghi e profondi fino a quando il tuo corpo si calma.

Appoggia le mani sulle cosce con i palmi rivolti verso l’alto;

La meditazione toccherà ogni chakra. Non appena ognuno di essi sarà evocato col rispettivo nome porterai l’attenzione su quella zona del tuo corpo e visualizzerai il colore relativo. Per ogni chakra ripeterai nella fase di espirazione il mantra relativo. E man mano che lo ripeterai visualizzerai che quella zona si riempirà di liquido del relativo colore.

Si comincia dal primo chakra, il chakra della radice (Muladhara), e poi si sale verso l’alto attraverso ogni chakra fino a raggiungere il settimo chakra – della Corona (Sahasrara).

Ogni volta che pronuncerai il mantra KUNDALINI AROHANUM, visualizzerai il liquido dorato risalire all’interno della colonna vertebrale, fino al chakra successivo. Durante la meditazione, chakra per chakra, il liquido dorato salirà dal perineo al punto della fontanella, riempiendo completamente il tuo essere. Ciò al fine di consentire che l’energia scorra nel corpo dalla terra al cielo.

Alla fine del processo potrai stenderti sulla schiena e restare in silenzio per qualche minuto.

INIZIO DELLA MEDITAZIONE

La punta dell’indice tocca la base del rispettivo pollice.

Primo chakra situato nella zona del perineo, tra l’ano e i genitali.

Pronuncia “OM MOOLADHARA” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “LANG”, e immagina che la zona si riempia di liquido ROSSO. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

Secondo chakra, situato nella zona dei genital, alla base della spina dorsale.

Pronuncia “OM SWADHISTHANA” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “VANG”, e immagina che la zona si riempia di liquido ARANCIONE. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

La punta dell’indice tocca la seconda linea del rispettivo pollice.

Terzo chakra, situato nella zona dell’ombelico.

Pronuncia “OM SRI MANI PADME HUM” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi.  Poi canta per sette volte il mantra “RANG”, e immagina che la zona si riempia di liquido GIALLO. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

Quarto chakra, situato al centro del petto, il tuo cuore spirituale.

Pronuncia “OM ANAHATA” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “YANG”, e immagina che la zona si riempia di liquido VERDE. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

Quinto chakra, situato nella zona del pomo d’Adamo o l’epiglottide.

Pronuncia “OM VISHUDDHI” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “HANG”, e immagina che la zona si riempia di liquido BLU. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

La punta dell’indice tocca la punta del rispettivo pollice.

Sesto chakra, situato tra le sopracciglia, il cosiddetto “terzo occhio”.

Pronuncia “OM AJNEYA” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “AUM” , e immagina che la zona si riempia di liquido INDACO. Infine ripeti per sette volte “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino al chakra successivo;

Settimo chakra, situato al centro nella parte superiore della testa, nella zona della fontanella.

Pronuncia “OM SAHASRARA” chiamando e stimolando il primo chakra a risvegliarsi. Porta la tua attenzione su quella zona del corpo. Poi canta per sette volte il mantra “OGUM SATYAM OM”, e immagina che la zona si riempia di liquido VIOLA o BIANCO.  Infine ripeti per sette volte  “KUNDALINI AROHANUM”, immagina il liquido dorato che sale lungo la colonna vertebrale fino a fuoriuscire dalla fontanella;

Respirazione circolare

Ora immagina la kundalini nella forma di questo liquido dorato che sale lungo tutta la colonna vertebrale, dall’osso sacro fino all’apice della testa per uscirne, come uno zampillo dalla fontanella. Ad ogni ispirazione sentire il liquido che sale lungo la colonna e ad ogni espirazione immagine il liquido che esce dalla testa ricadere intorno al corpo per rientrare dal primo chakra, e con l’inspirazione successiva risalire nella colonna.
La respirazione diventa circolare.
Continuare per qualche minuto e poi

Rilassamento

stendersi  in posizione “SHAVASANA”, cioè sdraiati per almeno una decina di minuti di meditazione, relax e ascolto, con gli occhi chiusi, le braccia liberamente ai lati del corpo, le palme in su e le gambe leggermente divaricate. Osserva cosa accade nel tuo corpo e nella tua mente.

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Live
  • email
  • Twitter
  • Blogplay
  • Print